Due giorni intensi per Gabel e Giuliano Razzoli.

Due giorni intensi per Gabel e Giuliano Razzoli.

Il 24 marzo il campione olimpico Giuliano Razzoli è venuto al quartier generale di Gabel (Rosà, Vicenza) per trascorrere un po’ di tempo assieme a noi, conoscere la nostra realtà e tutto il Team Gabel che lo supporta e lo segue. Una visita propedeutica ad un test importante, svolto il 25 marzo presso gli impianti sciistici delle Melette (Altopiano di Asiago, Vicenza) utili allo sviluppo di nuove tecnologie Gabel per il monitoraggio dell’attività di sci alpino.

(FOTO STRISCIONE)

Non ci siamo risparmiati nell’accoglienza, per quel poco che ci era permesso fare viste le numerose restrizioni del periodo. Abbiamo in qualche modo voluto dimostrare l’orgoglio e l’affetto che proviamo nei confronti di Giuliano, da anni nel team Gabel e che finalmente dopo tanto tempo siamo riusciti ad avere qui da noi di persona. Un entusiasmo che abbiamo voluto condividere con lui assieme alla nostra gratitudine per questi anni assieme.

Giuliano ha fatto il giro dell’azienda e della produzione, per vedere come nascono i suoi bastoncini professionali e come viene gestito il reparto ricerca e sviluppo. Curioso, ha scoperto la storia delle nostre macchine, delle grafiche, delle lavorazioni manuali, di anni di storia e tradizione.

I ringraziamenti erano d’obbligo, per un atleta che ci fa sognare e che si rivela anche essere di una compagnia squisita, educato e disponibile con chiunque chiedesse le dediche per amici o parenti.

La mia mamma di 90 anni mi ha detto di abbracciarti e dirti che ti segue sempre, perché è una tua grande fan” gli è stato detto da una signora sotto gli impianti delle Melette.

I pochi giovani atleti degli sci club in allenamento fanno comunella e si scambiano gomitate. Chissà chi sarà, si domanderanno a vedere tutto il nostro capannello arrivare, con sacche griffate, il furgone brandizzato, le telecamere. Un tracciato di slalom ad hoc, striscioni e bandiere. Foto, tante foto, tanti video, tante richieste di autografi.

Per Giuliano sarà sicuramente stato normale, vista la sua disponibilità. Mai uno sbuffo, mai senza sorriso che si intravede da sotto l’obbligatoria mascherina. Entusiasmo e gentilezza, anche quando un piccolo sciatore alto la metà di lui gli chiede di firmare il casco, entusiasta. Lo farà vedere alla madre, probabilmente, con la luce negli occhi di chi ha visto un campione da vicino, che gli sarà sembrato alto tre metri. Un altro, dopo aver preso coraggio, gli zampetta incontro per chiedergli di farsi firmare… la manica della tuta. Un sorriso, un buffetto sul casco, Giuliano accontenta tutti, anche le nostre telecamere.

Non sbagli mai a parlare quando ti filmiamo, non una frase, mai un’esitazione” lo prendiamo in giro. Forse è portato, forse è abituato.

Ho anche dei difetti” sorride e scherza, pronto a sciare per il test che siamo venuti a eseguire.

Va bene, Giuliano, se lo dici tu.

In un attimo, da compagnone ad atleta, e a bordo pista cala il silenzio, per paura che a respirare si spostino i paletti. Vestito di tutto punto, come se fosse in gara. Indossa anche il pettorale e poi giù come un missile, da sperare di poter rallentare il tempo per godersi lo spettacolo. Dura poco, Razzo di nome e di fatto. Ma vederlo sciare è sempre un’emozione.

È incredibile, ha il busto immobile, e da lì non si schioda” si sente dire da qualcuno a bordo pista. “Se gli metti un bicchiere d’acqua sul casco, arriverebbe giù senza rovesciarlo” scherza qualcun altro. La giornata è soleggiata, quasi calda. Si sente che la primavera si sta facendo strada tra i metri di neve caduta quest’anno, che manca poco ad appendere gli sci al chiodo per lasciar entrare l’estate. Ma non oggi. Oggi in compagnia di Giuliano Razzoli, sull’Altopiano di Asiago, accolti dagli impianti sciistici delle Melette, noi di Gabel abbiamo aggiunto un altro piccolo tassello alla nostra ricerca sulle nuove tecnologie. Ma di questo avremo modo di parlare. Per ora non possiamo che ringraziare Giuliano per la disponibilità e la compagnia, sperando di rivederci presto in condizioni migliori, senza restrizioni, distanze, privazioni.

Grazie Razzo!

We will be happy to hear your thoughts

      Leave a reply

      Enable registration in settings - general
      Shopping cart