Camminare come metodo per sentirsi in forma e stare bene con se stessi

Soffri di mal di schiena? Non sai come migliorare la tua postura? Sappi che camminare fa bene alla schiena e non solo. È una delle forme più primitive di sport che l’uomo ha cominciato a praticare senza rendersene conto.

Potremmo dire che il nostro essere bipedi sia il risultato di un’evoluzione che ci voleva con lo sguardo alto verso terre lontane da scoprire. Da quando abbiamo cominciato a camminare, in effetti, ne abbiamo fatta di strada.

Nel corso del tempo, l’azione di muovere le gambe si è affermata non solo come mezzo di trasporto ma anche come azione con una valenza psicofisica davvero importante. Camminare fa bene alla schiena e al cuore, ha un impatto sul nostro benessere e molto altro.

Un’azione semplice come quella di mettere un piede davanti all’altro è un vero toccasana per corpo e mente. Vediamo quindi insieme perché camminare fa bene anche alla schiena!

Il primo passo da compiere: perché hai mal di schiena?

Prima ancora di cominciare a camminare, è importante che tu comprenda le cause del tuo mal di schiena. Lo stress e la cattiva postura che spesso ne consegue sono tra le maggiori cause di tale disturbo. Ma la cattiva postura può anche essere figlia della staticità. Computer e cellulare spesso non vengono utilizzati nella misura giusta e sostituiscono un po’ di sano movimento.

Devi sapere che anche il fumo di sigaretta può causare mal di schiena. Il fumo diminuisce l’ossigenazione dei tessuti, determinando una minor capacità della muscolatura lombare di sostenere il peso che grava su di essa.

Nella maggior parte dei casi, il semplice atto di camminare è la soluzione giusta. Ti consigliamo comunque di consultare un medico in base alla tua situazione e al suo protrarsi nel tempo.

Perché camminare fa bene alla schiena

Camminare fa bene alla schiena e non solo davvero per molti motivi. Tale azione contribuisce alla stimolazione della circolazione sanguigna. Il passo crea quel ritmo che va a regolare la respirazione nell’atto stesso in cui ci muoviamo, in favore del battito cardiaco. Riduzione dello stress e dell’ansia sono gli effetti benefici che scaturiscono dal movimento e dalle eventuali stimolazioni provenienti da un ambiente naturale.

In particolare, camminare fa bene alla schiena perché attiva tutti i suoi muscoli e quelli della cintura addominale. Il movimento del bacino e l’andatura delle spalle contribuiscono alla ridistribuzione del peso sull’intera colonna vertebrale. Così facendo, le zone del corpo che maggiormente risentono di una certa staticità possono ritrovare sollievo.

Camminare fa bene alla schiena soprattutto se lo fate con dei bastoncini da Nordic Walking

Abbiamo già parlato degli effetti benefici che ha il Nordic Walking in fase di riabilitazione post-Covid19. Si tratta di uno sport dai risvolti positivi anche per le donne che hanno avuto un cancro al seno.

Il Nordic Walking è una disciplina sportiva nata in Finlandia negli anni ’30 e poi affermatasi in tutta Europa.  È uno sport adatto a tutti e a tutte le età. La sua tecnica consiste in  una camminata sostenuta da bastoncini caratterizzati da un’impugnatura e un lacciolo specifici.

Camminare fa bene alla schiena e grazie al Nordic Walking puoi non solo trovare sollievo ma anche allenare la parte alta del corpo, beneficiando maggiormente di tutto ciò che ne consegue.

Come si fa Nordic Walking

La tecnica del Nordic Walking è davvero molto semplice. Immagina di trovarti nella piazza principale della tua città. Abbigliamento comodo e bastoncini alla mano, cominci a camminare focalizzando lo sguardo su un punto di fronte a te. La gamba sinistra fa subito coppia fissa con il bastoncino destro, muovendosi in modo alternato rispetto alla gamba destra e il rispettivo bastoncino.

Quali sono i bastoncini da Nordic Walking? Ecco i migliori per rapporto qualità prezzo